Approvata come Legge regionale 6 maggio 2019, n. 5, l’ho pensata per mediare lo sviluppo economico con la tutela di paesaggi ed ecosistemi. Qualsiasi attività economica o progettualità infrastrutturale si vorrà realizzare, sarà messa in atto considerando: abbattimento dei rischi connessi al dissesto idrogeologico, miglioramento della qualità delle acque e rispetto per l’integrità del patrimonio naturalistico, oltre che gli equilibri del bacino idrografico di riferimento. Vengono istituiti i contratti di lago e di fiume: un’opportunità da cogliere in Terra di Lavoro, penso all’Alto Casertano e al Matese.

X

0